Novità!

Nuovo mulinello T85, con manovella inox estraibile.

______________

Novità!

sistema videosub FishingBuddy

sistema per riprese video HDFishingBuddy

______________

Novità!

zaino stagno BackPack

zaino stagno BackPack___________

 

Totemsub per il 2011

Dopo oltre dieci anni di attività nel settore della pesca in apnea, arrivano alcune novità importanti, che riguardano principalmente il riassetto delle ormai numerose attività....

leggi tutto...

_____________________

 

picnorway

visita la sezione foto con le catture dei nostri amici...

--------------------------------

 

guarda la programmazione dei documentari Totemsub per "Caccia e Pesca"

 

 

 

FAQ:

  1. - Un fucile in legno è più delicato rispetto ad uno tradizionale in alluminio? Necessita di una manutenzione particolare?

Le scelte progettuali e la qualità dei materiali e delle lavorazioni, rendono gli arbalete Totemsub estremamente robusti e durevoli. Le essenze utilizzate, di tipo marino, non soffrirebbero il contatto con l’acqua nemmeno qualora non fossero protette in modo specifico. Il trattamento applicato è estremamente consistente, basato sull’uso di resina epossidica, e vernice poliuretanica della migliore qualità esistente, specifiche per uso marino. A differenza dei trattamenti eseguiti con materiali più economici e di facile uso, come i flatting, le resine utilizzate non possono distaccarsi dal legno. Nemmeno dopo anni. Non c’è urgenza di intervento su piccoli graffi o lesioni. In normali condizioni d’uso, è sufficiente sciacquare il fucile in acqua dolce dopo l’uso. Una volta all’anno, è comunque consigliabile smontare il meccanismo ed ispezionare le parti in legno dove sono presenti spine o viti di fissaggio, e verificare la perfetta integrità. Volendo ripristinare il fucile a condizioni  simili al nuovo, si potrà applicare una mano di vernice poliuretanica, dopo abrasivatura con carta finissima. La Totemsub fornisce a richiesta un kit specifico, contenente tutto il necessario per riparazioni e manutenzione. In alternativa, è possibile inviare il fucile presso la nostra sede, dove provvederemo ad una completa revisione e riverniciatura, fino a riportare il fucile in condizioni paragonabili al nuovo.

2 -  Il legno è il miglior materiale per la realizzazione di un fucile subacqueo ad elastici?

Il materiale da solo, non fa il fucile. E’ solo una delle tante componenti.
Un fucile efficace ed affidabile è il risultato del funzionamento organico di molti elementi, ognuno dei quali è legato strettamente agli altri.
Si possono fare ottimi fucili in legno, come pessimi fucili in legno, esattamente come con ogni altro materiale.
La Totemsub si è guadagnata il ruolo di leader nel settore, per aver proposto, da sempre, attrezzi studiati con cura ed attenzione, verificati e collaudati con meticolosità ed esigenza, e realizzati allo stato dell’arte, senza compromessi di alcun tipo.

3 - Come si può acquistare un fucile subacqueo Totemsub, e quali sono i tempi di consegna?

In Italia, è possibile ordinare il fucile direttamente presso il laboratorio, inviando la richiesta dal sito web www.totemsub.it, per telefono, o via fax, al numero 06/33 80 018.
In alternativa, sono presenti alcuni punti vendita selezionati tra i negozi specializzati del settore.
Per l’estero, è necessario contattare direttamente la Totemsub, per conoscere l’esistenza di rivenditori esclusivi.
Il tempo di attesa è variabile, vista la natura assolutamente artigianale della produzione. Normalmente, è compreso tra i cinque ed i trenta giorni.
E’ possibile conoscere la data stimata di spedizione al momento dell’ordine.
Nonostante adoperiamo il massimo impegno, non possiamo garantire la puntualità. La costruzione di un fucile artigianale in legno richiede tempo, e se un fucile presenta la minima imperfezione, viene rifatto. Garantiamo invece la massima qualità del prodotto, ed una scrupolosa assistenza post-vendita.

4 – Per sostituire un archetto in dyneema, si deve smontare l’elastico? Si tratta di un’operazione complessa?

No, affatto. Dalle estremità dell’elastico circolare, fuoriescono due cappiole in dyneema, inserite all’interno dell’elastico stesso. A queste capriole, per mezzo di un semplice nodo bandiera, è assicurato un terminale, sempre in Dyneema diametro 2mm. Quando il terminale inizia a dare segni di usura, è sufficiente sostituire soltanto quest’ultimo, con la procedura descritta quì.

5 - Qual'è la differenza tra elastico ambra ed elastico nero?

L'elastico nero che commercializziamo e montiamo sui nostri fucili ha una composizione identica a quella dell'ambra, fatta eccezione per la pigmentazione, che non altera le caratteristiche meccaniche. Le differenze riscontrabili tra elastici neri ed ambra sono le stesse riscontrabili tra nero e nero o ambra ed ambra di diverse partite. Per la sua composizione, infatti, la gomma naturale, o latex, non è totalmente standardizzabile, e presenta delle differenze.

6 - Ho difficoltà ad inserire l'asta. Da cosa può dipendere?

Controlla che l'elsa paragrilletto non si sia piegata a seguito di un urto magari durante il caricamento in auto o in barca. Durante l'innesto dell'asta nel meccanismo, il grilletto deve compiere liberamente la corsa all'indietro. L'elsa deformata potrebbe impedirglielo, creando così la difficoltà lamentata. E' molto semplice riportare l'elsa alla posizione originaria senza l'uso di alcun utensile, ma semplicemente piegandola con le mani.

7 - Ho sostituito l'asta Totemsub con una non originale. Da allora mi sembra che il fucile spari basso. E' possibile?

Per il corretto funzionamento del fucile, è importante che l'asta abbia l'aletta montata verso il basso. L'aletta tradizionale, montata sulla faccia superiore dell'asta, causa invariabilmente un abbassamento del tiro. Nessun problema invece con le aste a doppia aletta, purchè queste abbiano una sporgenza omogenea. E' comunque sempre consigliabile utilizzare aste originali.

8 - Posso modificare l'allestimento del fucile, ad esempio variando il diametro degli elastici e dell'asta?

Prima di essere messo in commercio, ogni modello Totemsub viene studiato e testato approfonditamente. La configurazione originale è quella che garantisce i migliori risultati, ed il migliore equilibrio complessivo dell'attrezzo. Sconsigliamo quindi di apportare qualsiasi tipo di modifica alle lunghezze ed ai diametri degli elastici e delle aste.