Novità!

Nuovo mulinello T85, con manovella inox estraibile.

______________

Novità!

sistema videosub FishingBuddy

sistema per riprese video HDFishingBuddy

______________

Novità!

zaino stagno BackPack

zaino stagno BackPack___________

 

Totemsub per il 2011

Dopo oltre dieci anni di attività nel settore della pesca in apnea, arrivano alcune novità importanti, che riguardano principalmente il riassetto delle ormai numerose attività....

leggi tutto...

_____________________

 

picnorway

visita la sezione foto con le catture dei nostri amici...

--------------------------------

 

guarda la programmazione dei documentari Totemsub per "Caccia e Pesca"

 

 

 

manutenzione

- Strutture fucili in legno lamellare:

Le scelte progettuali e la qualità dei materiali e delle lavorazioni, rendono gli arbalete Totemsub estremamente robusti e durevoli. Le essenze utilizzate, di tipo marino, non soffrirebbero il contatto con l’acqua nemmeno qualora non fossero protette in modo specifico. Il trattamento applicato è estremamente consistente, basato sull’uso di resina epossidica, e vernice poliuretanica della migliore qualità esistente, specifiche per uso marino. A differenza dei trattamenti eseguiti con materiali più economici e di facile uso, come i flatting, le resine utilizzate non possono distaccarsi dal legno. Nemmeno dopo anni. Non c’è urgenza di intervento su piccoli graffi o lesioni. In normali condizioni d’uso, è sufficiente sciacquare il fucile in acqua dolce dopo l’uso. Una volta all’anno, è comunque consigliabile smontare il meccanismo ed ispezionare le parti in legno dove sono presenti spine o viti di fissaggio, e verificare la perfetta integrità. In particolare, deve essere controllata la zona dove agisce il perno di rotazione della levetta sganciasagola. Volendo ripristinare il fucile a condizioni  simili al nuovo, si potrà applicare una mano di vernice poliuretanica, dopo abrasivatura con carta finissima. La Totemsub fornisce a richiesta un kit specifico di facile utilizzo, contenente tutto il necessario per riparazioni e manutenzione. In alternativa, è possibile inviare il fucile presso la nostra sede, dove provvederemo ad una completa revisione e riverniciatura, fino a riportare il fucile in condizioni paragonabili al nuovo.

Istruzioni uso kit

- Archetti:

Gli archetti in dyneema che utilizziamo di serie su tutti i nostri modelli hanno molti vantaggi. Sono soggetti ad usura, anche se progressiva, e periodicamente devono essere sostituiti. In particolare, il terminale deve essere sostituito quando la calza in poliestere inizia a mostrare segni di cedimento. L'operazione, semplicissima, rapida ed economica, è descritta quì.

Gli archetti snodati vanno normalmente sostituiti quando mostrano evidenti segni di usura. E' possibile seguire questa procedura.

- Elastici:

Il lattice naturale, del quale sono composti i nostri elastici, è un materiale soggetto ad invecchiamento. Le principali cause sono l'usura meccanica, l'esposizione ai raggi ultravioletti, e l'ossidazione. Periodicamente gli elastici, che sono il motore del nostro arbalete, devono essere sostituiti. La frequenza dipende molto dal tipo di uso, ma dato che il materiale tende ad invecchiare anche quando non utilizzato, è consigliabile procedere alla sostituzione almeno una volta all'anno, o appena l'elastico mostra piccole crepe in prossimità delle legature, o cala nelle prestazioni. Per procedere alla sostituzione sui modelli con foro in testata chiuso, ed elastico con ogiva in dyneema, si può sciogliere su un lato il terminale dalla cappiola, e sfilare l'elastico. Quindi, si può infilare il nuovo, ed eseguire il nodo bandiera che collega il terminale alla cappiola, come descritto nella sezione "sostituzione archetto in dyneema"

- Meccanismo:

Il meccanismo di sgancio è interamente realizzato in acciaio. L'unica manutenzione necessaria è il risciacquo con acqua dolce alla fine della pescata. Ogni due anni si può smontare per verificare la condizione della molla di richiamo.

- Mulinelli:

I mulinelli sono realizzati in materiali molto resistenti all'uso marino. Necessitano solo di essere sciacquati in acqua dolce alla fine della pescata. Nel caso si procedesse allo smontaggio, è importante, quando si rimette a posto la piccola vite che serra il volantino della frizione, impanandosi sull'asse, applicare una goccia di frenafiletti di media tenacità.